Mi capita spesso, nella vita privata e nel lavoro, di incontrare persone che mi dicono di non essere soddisfatte, che trascorrono le giornate senza entusiasmo perché non fanno quello che realmente vorrebbero e che continuano a vivere in modo rassegnato una vita al ribasso.

Perché le persone sono tristi, frustrate e arrabbiate?

Perché non si assumono la responsabilità di prendere la vita nelle proprie mani.

La sindrome dell’eterno deresponsabilizzato colpisce molti di noi, ma continuare a pensare che la causa dei nostri guai sia qualcun altro non risolverà i nostri problemi. Ritenere che le colpe di certi nostri comportamenti sia da attribuire completamente ai nostri genitori, agli insegnanti che abbiamo avuto o al nostro direttore di azienda è un atteggiamento spontaneo e comodo, ma serve solo ad alimentare le nostre paure e i nostri blocchi interiori.

L’unico modo per liberarci della tristezza e della rabbia che ci portiamo addosso ogni giorno è comprendere che noi siamo responsabili di noi stessi e di come scegliamo di vivere: realizzare che a un certo punto della nostra esistenza diventiamo grandi e genitori di noi stessi.

Ma come si fa a cambiare atteggiamento?

Puoi uscire da questa dannosa spirale solo se decidi consapevolmente di farlo, con il mio lavoro posso supportarti concretamente, contattami e parliamone insieme.

Intanto qui ti do 3 piccoli suggerimenti:

  • inizia con piccoli passi: non è necessario esagerare, è importante essere concentrati e costanti. Fai delle scelte e assumiti la responsabilità dei risultati;
  • poniti obiettivi raggiungibili ma ambiziosi: devi sentire passione! Mettici energia e partecipazione perché solo così potrai crescere e migliorarti;
  • sentiti grato per quello che hai: cerca di essere felice! Ognuno di noi ha delle cose belle nella propria vita, cerca di vederle, di apprezzarle e di non dimenticarle.

 

Inoltre ti consiglio di leggere un libro davvero utile e ispirante sul tema della responsabilità del sé: Prendi la vita nelle tue mani di Wayne W. Dyer.

E poi vivi intensamente, corri sempre come se stessi perdendo l’ultimo treno della sera!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *