Vorresti cambiare ma hai paura di commettere un errore irreparabile, una imprudenza, uno scivolone dal quale non potrai più rialzarti?

Ti capisco, tutti abbiamo paura: di essere giudicati, di perdere tempo, di perdere soldi, di perderci. Di perdere.

Una mia cliente mi dice sempre che lei ha paura della paura; ma per cambiare bisogna cambiare.

Qual è il modo più sicuro per cambiare?

Non esistono formule magiche o talismani che possano aiutarci ad affrontare un cambiamento, ma è possibile seguire un percorso che ci aiuti a capire dove ci troviamo adesso e dove vogliamo arrivare. Fare una mappa che contenga la nostra posizione attuale, e tracciare l’itinerario da compiere per giungere a destinazione, è fondamentale per studiare le strategie utili per raggiungere la meta.

Ma cosa serve per iniziare?

1. Ti serve un obiettivo.
2. Ti serve capire chi sei e chi vuoi essere.
3. Ti serve un piano d’azione adatto a te e al tuo progetto.

Non sapere cosa fare ma desiderare di cambiare è già di per sé un obiettivo.

Non riuscire a vedere le proprie caratteristiche personali e i propri punti di forza non significa non averne.

Le strategie e il piano d’azione per cambiare e realizzare il tuo progetto, qualunque esso sia, arriveranno senza difficoltà dopo avere lavorato su alcuni punti fondamentali.

Nei prossimi post ti racconterò meglio, sulla base della mia esperienza, come imparare a focalizzarti, cosa non può e non deve mancare in un percorso di cambiamento e miglioramento personale; approfondiremo alcuni aspetti che potranno aiutarti a comprendere meglio te stesso e la direzione in cui vuoi andare realmente; proveremo a capire quali sono le strategie giuste per te e come applicarle concretamente.

Ti lascio con una domanda; chiediti:

“Vorrei essere più…?”

Scegli un aggettivo, così saprai se ti manca il coraggio, la serenità, l’allegria. Riconoscerai ciò che non sei e così un po’ lo sarai. (cit. João Monteiro Phinto)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *