Qualche giorno fa mi è venuto in mente un mio ex collega che a volte arrivava in ufficio e mi diceva “la notte scorsa segnamela come straordinario: ho sognato il lavoro!”.

Negli anni in cui ho lavorato in azienda ho avuto la fortuna di passare le giornate anche con belle persone: dotate di grande senso dell’umorismo, autoironiche, premurose, umane. Molti colleghi li ricordo con affetto e mi piace credere che provino anche loro questo sentimento nei miei confronti, ma lì dentro ho provato anche qualcosa di cupo e limitante che è ciò che mi ha fatto decidere di cambiare lavoro: l’impossibilità di sognare.

 

Costruisci i tuoi sogni, o qualcun altro ti assumerà per costruire i suoi. (Anonimo)

 

Ecco, certi pensieri notturni non li definirei propriamente sogni ma solo la sintesi di ciò che succede durante il giorno: situazioni e avvenimenti irrefrenabili, incontrollabili e più o meno sempre uguali a se stessi. I sogni, invece, dipendono da noi, sono infiniti e ci danno energia positiva.

Affinché i pensieri diventino sogni è necessario acquisire la consapevolezza che la nostra vita dipende da noi e dalla capacità di eliminare i seguenti atteggiamenti.

Pensare in negativo:
smetti di pensare a tutto ciò che non puoi fare, abbandona sentimenti che rimandano al passato, metti da parte rimpianti e rimorsi. Dire che non è fattibile, che ormai è tardi, che tanto non serve a niente non ti porterà mai nulla di nuovo e di buono. Focalizzati su quello che ti piacerebbe realizzare da oggi.

Parlare in negativo:
cancella alcune parole dal tuo vocabolario perché definirti come una persona debole o inconcludente non farà che affossare ulteriormente la tua autostima. Sai benissimo che hai valori e virtù su cui contare, è fondamentale rivedere il racconto che fai di te e può esserti utile rileggere questo mio post.

Agire in negativo:
ossia non agire. Smetti di scappare dalle tue paure, non sei meno fortunato o meno capace degli altri, comincia ad assumerti la responsabilità della tua vita e trova il coraggio per fare concretamente ciò che desideri.

 

Un giorno la paura bussò alla porta. Il coraggio andò ad aprire e non trovò nessuno.

(Martin Luther King Jr)

 

So benissimo che affrontare questo tipo di cambiamenti non è facile né immediato: il coaching può essere di grande aiuto. Scrivimi, un incontro conoscitivo è gratuito.