Chi ha lavorato con me in un percorso di business coaching sa che una domanda fondamentale che pongo nel colloquio conoscitivo è: qual è l’obiettivo che ti poni di raggiungere.

In un percorso di business coaching vengono analizzati tanti aspetti, che riguardano la persona, l’azienda o il contesto; avvengono delle vere e proprie trasformazioni  e può succedere anche che la meta e lo scopo iniziali del percorso formativo cambino durante il tragitto.

A volte il cambiamento è notevole, ad esempio ho lavorato con una persona che voleva cambiare lavoro e che, invece, ha realizzato di volere cambiare casa e città. Ma questa è un’altra storia.

Tra i temi iniziali, quelli che vengono citati con più frequenza sono: voglio migliorare la capacità di leadership, voglio essere più determinato, voglio crescere nel mio lavoro, voglio lavorare su alcune mie competenze, voglio guadagnare di più.

Scrivo al maschile per (discutibile) convenzione ma vale assolutamente anche al femminile.

Nessuno mi chiede mai ciò che è alla base, ossia imparare a comunicare e comunicarsi meglio: scoprire come fare a relazionarsi bene con se stesso e con gli altri!

 

Lo sai perché hai l’ulcera? Perché hai solo due forme di comunicazione: il silenzio e la rabbia.

(Dal film Prima di mezzanotte)

 

Non c’è dubbio che per raggiungere l’obiettivo e i risultati che desideriamo, siano necessari alcuni elementi:

  • la competenza
  • una buona autostima
  • forza di volontà
  • valorizzare i propri punti di forza e abbassare il livello di criticità
  • controllare l’emotività

È ovvio che una trattativa superficiale e non supportata dalla professionalità difficilmente riuscirà a convincere il nostro interlocutore, quindi è importante mostrarci sicuri, seri e attenti per guadagnarne la fiducia.

Ma una cosa che è fondamentale imparare a fare è evitare di vivere un incontro professionale come una lotta! Dobbiamo superare questa resistenza, vincere la convinzione che un cliente sia una sfida o una minaccia: se ci lasciamo condizionare da questa sensazione, difficilmente otterremo un risultato positivo.

Proviamo a creare una relazione: proponiamo i nostri prodotti o i nostri progetti, siamo lì per fare business, ma cerchiamo di farlo in modo empatico e piacevole, studiamo un modo umano, credibile e interessante di proporci. Convincere attraverso la relazione, senza diventare un fastidio o un ostacolo ai mille altri impegni della giornata del nostro interlocutore.

Sembra così banale, ma nelle relazioni, si deve comunicare. (Peter Krause)

 

La vita non è una gara: è possibile relazionarsi con gli altri in modo che tutti ne escano vincenti.

La relazione è efficace se alla fine di un incontro c’è una situazione win-win e nessuno ne esce offeso o indignato: al massimo un accordo non si concluderà, ma nel rispetto dei ruoli.

Lavora sulla tua capacità di comunicare e relazionarti, contattami e vedrai dei cambiamenti reali in diversi ambiti della tua vita personale e professionale.

 

Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre.
(Platone)

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *