In questi ultimi giorni, a causa di alcune vicende personali e familiari, mi è capitato di riflettere su cosa sia la SPERANZA. Non la speranza teologica né quella illusoria, ma quel sentimento che ci dà l’energia per andare avanti nonostante i rallentamenti e le difficoltà.

Mi sono detta che la mia forza è la speranza, e la speranza per me è FIDUCIA. In me stessa e negli altri.

Cos’è che mi dà speranza?

Io collego la speranza al fatto di avere in mente un’idea, un progetto, forse è ancora un sogno; poi trasformo il tutto in una decisione, la coltivo e comincio a essere sempre più convinta che sia la cosa giusta. Allora è difficile che mi fermi, anche se non tutto fila liscio, perché so che mi sto muovendo nella direzione che ho scelto.

Se le decisioni che prendi sono consapevoli e si basano su valori profondi, allora ti arrivano il coraggio e la forza per proseguire. Se non hai una visione chiara, invece, al primo intoppo sarai già tentato di mollare tutto.

C’è qualcosa dentro di te che nessuno ti può toccare né togliere, se tu non vuoi. Si chiama speranza.
(Dal film Le ali della libertà)

 

Il motivo per cui ho fiducia e non mi arrendo è perché spero.
Spero di fare le scelte giuste e di gestirle bene.
Spero di avere sempre un atteggiamento positivo nei confronti del futuro e delle persone che mi circondano.
Spero di essere ascoltata, compresa, amata.
Spero di continuare a vivere in equilibrio, con curiosità e vitalità, e di apprezzare e assaporare le cose che mi circondano.

SPERO.

Io continuo a coltivare le mie idee, i miei progetti, i miei sogni:

e tu riesci a sognare, a fidarti, a sperare?