Stress da rientro? Lasciati ispirare dalla natura.

Ti senti vittima dello stress da rientro? Le vacanze ti hanno consentito di abbassare il livello di ansia, ma l’idea di tornare alla tua routine, con il ripetersi dei soliti inevitabili meccanismi, ti butta nello sconforto?

Ricominciare a lavorare e riprendere le solite abitudini è difficile per tutti e i sintomi da stress post-ferie sono molto comuni: sonnolenza, stanchezza, spossatezza, difficoltà di concentrazione, irritabilità e disturbi del sonno.

Se il tuo malessere è causato da ragioni profonde e senti di avere bisogno di un cambiamento importante nella tua vita, allora è un buon momento per focalizzarti su di te e capire cosa e come fare. Ti invito a leggere i miei post precedenti e in particolare Autodeterminazione al cambiamento e Paura di cambiare: ecco cosa ti serve.

Se, invece, la tua è una difficoltà a riorganizzare le idee e a ritrovare la motivazione per tornare in carreggiata, il rimedio puoi trovarlo ispirandoti alla natura!

Potare

Tagliare i rami secchi significa dare un senso alle nostre giornate: accogliere e accettare quello che non possiamo cambiare, ma anche lasciare andare ed eliminare il superfluo, quello che non ci piace e che non ci porta alcun beneficio. Significa agire invece di aspettare e continuare a rimandare.

Prenderti cura di te, dare ai rami secchi la giusta collocazione, ti permette di creare più spazio per le foglie e i fiori nuovi che arriveranno.

Ripulire, falciare, rimuovere e togliere di mezzo ciò che non funziona più o è rimasto in attesa di una decisione è la cosa giusta da fare: eviterai di intossicare un terreno fertile e potrai vedere crescere nuovi progetti e nuove sensazioni.

Concimare

Dare il giusto nutrimento significa alimentare dentro di noi il desiderio di nuovi obiettivi e di stimoli positivi; questi sono il modo migliore per far crescere la nostra curiosità e la nostra creatività.

Non cadere nella routine, evitare i troppi obblighi, ritagliarti del tempo e dello spazio per i tuoi interessi, dipende solo da te.

Non dimenticare che sei tu a dare il giusto nutrimento alle tue giornate: non metterci dentro solo impegni gravosi, ma fa che ci sia sempre una parte di svago e di piacere.

Annaffiare

Annaffiare significa prenderti cura di ciò che hai deciso di coltivare nelle tue giornate, ricordandoti della loro esistenza e attivandoti per tenerlo vivo e in buona salute.

Non dimenticare di annaffiare i tuoi interessi e i tuoi legami; prenditi cura di te, delle cose e delle persone che ami e vedrai sempre sbocciare nuovi frutti e foglie lucide e carnose.

E poi buon raccolto! 🙂

Le passioni sono come le piante: crescono da piccoli semi.
(Proverbio)

 

Prova a portare questa metafora nella tua vita di tutti i giorni e se vuoi raccontami i tuoi successi!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *